L'orientamento in uscita: dalla III media alla scuola superiore

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

11.3.  L'orientamento in uscita: dalla III media alla scuola superiore

L’orientamento è un processo formativo continuo, che inizia con le prime esperienze scolastiche e rappresenta un momento fondamentale per prendere coscienza delle competenze necessarie ad affrontare le scelte di vita scolastiche e professionali.

La didattica disciplinare, per divenire orientativa e fornire gli strumenti necessari all’attivazione delle capacità di scelta, deve porre l’attenzione su alcuni aspetti:

  • la scelta dei contenuti da proporre, in cui i ragazzi possono progressivamente scoprire interessi e attitudini;
  • la scelta e il potenziamento degli strumenti di studio più idonei a favorire l’apprendimento;
  • il rafforzamento dell’autoconsapevolezza e della capacità di riflessione sul proprio percorso;
  • una pluralità di metodologie didattiche: la lezione frontale non è una modalità orientativa, al contrario dell’organizzazione per laboratori, dove i ragazzi sono guidati nella ricerca di soluzioni personali ai quesiti posti.

L’orientamento è, quindi, un’attività interdisciplinare, si persegue con ciascun insegnamento e, in quanto tale, è un vero e proprio processo formativo teso ad indirizzare l’alunno sulla conoscenza di sé (ORIENTAMENTO FORMATIVO) e del mondo circostante (ORIENTAMENTO INFORMATIVO). Si tratta, in sostanza, di progettare delle situazioni di apprendimento, dove le singole discipline siano funzionali alla soluzione dei problemi a cui ci si trova dinnanzi nel nostro agire quotidiano.

Pertanto, per rendere realmente efficaci le proposte didattiche, occorre un approccio nel quale al centro non vi siano più l’insegnante e l’insegnamento, ma piuttosto gli allievi e l’apprendimento.

Il  progetto di orientamento in uscita si propone di perseguire quindi le seguenti

 

Finalità

  • Favorire concretamente il passaggio degli alunni dalla scuola secondaria di primo grado a quella di secondo grado per prevenire disagi ed insuccessi;
  • Stimolare negli alunni la conoscenza di sé per iniziare il cammino di orientamento e di scoperta delle proprie attitudini.
  • Aiutare gli alunni a riflettere su se stessi e sulla vita che li attende a breve e lungo termine.
  • Scoprire il proprio valore in quanto persone.
  • Incoraggiare il dialogo, lo scambio d’idee su strategie metodologiche tra docenti di ordini diversi di scuole per favorire un efficace processo di formazione globale degli studenti e realizzare un importante e funzionale orientamento in continuità.
  • Offrire occasioni che stimolino la partecipazione attiva dell’alunno e il rinforzo motivazionale per mezzo di esperienze di apprendimento diversificate.
  • Favorire la sinergia con le famiglie degli alunni per la collaborazione che esse possono offrire nell’osservazione e nella valutazione delle problematiche degli adolescenti.
  • Rafforzare basilari processi di apprendimento.
  • Favorire la conoscenza dell’obbligo scolastico e formativo.

 

Obiettivi

  • Informare e mettere in contatto gli alunni delle classi terze della scuola media con le diverse realtà degli istituti superiori presenti nella nostra città;
  • Stimolare la riflessione di ogni alunno sulle proprie attitudini e aspirazioni;
  • Facilitare la scelta della scuola superiore.

 

Destinatari

Il progetto è rivolto a tutti gli alunni in uscita dalla scuola (3° anno della Scuola Secondaria di 1°grado) perché si concretizza nella scelta finale della scuola superiore da frequentare.

 

Azioni

  • Semplici informazioni di Economia, settori produttivi, mondo del lavoro.
  • Somministrazione  agli alunni di un questionario conclusivo del percorso di orientamento in vista della scelta della scuola  superiore.
  • Presentazione agli alunni dei risultati dei questionari utilizzati, semplicemente come strumento per riflettere sui propri interessi e attitudini.
  • Consiglio Orientativo sulla base della situazione scolastica, interessi e attitudine emerse da ogni singolo alunno.
  • “Open day” presso la nostra sede affinché alunni e genitori incontrino i docenti di tante scuole superiori di 2° grado, che illustreranno i programmi, gli obiettivi e gli sbocchi professionali della scuola che rappresentano. I ragazzi potranno porre loro delle domande in modo  da chiarire eventuali dubbi e incertezze. Il tutto finalizzato ad una corretta informazione sui corsi di studio e sul funzionamento dei singoli istituti.
  • Distribuzione e analisi di materiale illustrativo e informativo fornito dalle scuole superiori nonché del calendario degli incontri organizzati dalle stesse (open day) con annesse possibili mattine di studio presso l’istituto prescelto in veste di esploratori.
  • Giornate di “Open Day” durante le quali studenti e genitori visiteranno le scuole secondarie di 2° grado preferite, accolti e guidati da docenti e dirigenti scolastici.  Saranno informati di queste giornate dal coordinatore al quale sarà consegnato di volta in volta tutto il materiale divulgativo che le scuole inviano.
  • Utilizzo di schede tecniche e schemi nonché di visione di filmati, quali momenti di riflessione personale da condividere poi in gruppo.
  • Colloqui individuali con gli insegnanti.
  • Consegna agli alunni dei moduli di iscrizione delle scuole superiori.

 

Tempi di svolgimento

Le attività descritte sono effettuate durante il primo quadrimestre per fornire agli alunni elementi utili su cui basare l’iscrizione.

 

Metodologia

La metodologia seguita è quella essenzialmente del cooperative learning, tutoring tra pari, brainstorming, ricerca-azione.

 

Docenti coinvolti

Tutti i docenti sono coinvolti nel progetto.

Ogni Consiglio di Classe attua quelle modalità che ritiene più rispondenti ai bisogni, esigenze e richieste dei propri alunni o che giudica più efficaci per il raggiungimento dell’obiettivo programmato.

 

RITORNA ALL'INDICE


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti

Contatore Visite