Autovalutazione di Istituto

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

12. 4     Autovalutazione di Istituto

L’Istituto Comprensivo “G. Perlasca” promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per assicurare agli alunni il positivo conseguimento delle finalità dell’istruzione obbligatoria. Il collegio dei docenti ha pertanto deciso, come primo intervento di raccordo tra i due ordini di scuola, di somministrare agli alunni dell’ultima classe della scuola primaria delle  prove di Italiano, Matematica ed Inglese condivise tra insegnanti delle classi stesse e docenti della secondaria di primo grado e strutturate sui traguardi di competenze attesi per l’ingresso alla scuola secondaria. Per realizzare l’unitarietà del curricolo, inoltre, nella scuola secondaria di primo grado si sono effettuate prove di verifica per classi parallele, al fine di monitorare il processo di apprendimento degli alunni all’inizio e alla conclusione della programmazione annuale. I risultati, tabulati dai Dipartimenti, consentono spunti di riflessione sull’efficacia dell’azione didattica, suggeriscono modifiche e riadattamenti e al contempo costituiscono valide  occasioni di confronto fra docenti. Il processo di autoanalisi/valutazione è una risorsa essenziale per lo sviluppo qualitativo dell'offerta formativa e uno strumento indispensabile di misura dell’efficacia dell’azione didattica sugli alunni; la verifica e la valutazione degli interventi promuovono altresì la crescita professionale dei docenti e lo sviluppo organizzativo della scuola

 I risultati ottenuti, d’altra parte, fanno da contraltare agli esiti delle prove standardizzate a livello nazionale (Invalsi), laddove la scuola calibra le prove sulle reali esigenze degli alunni, in particolare per gli allievi con BES.

 Di seguito sono illustrate le fasce di livello in cui sono stati inclusi gli alunni sulla base degli esiti in italiano e matematica nelle prove d’Istituto per le classi quinte della primaria e per le tre classi della secondaria. La possibilità di confrontarsi con i dati Invalsi conferisce all’operazione di autovalutazione una validità certamente significativa.

 Correlazione tra il livello e la valutazione tradotta in voti
Livello non adeguato (fino al 5)
Livello base (fino al 6)
Livello avanzato (fino al 10)   

 

a.s. 2014/15

Risultati prove di continuità primaria classi quinte

Il 67% e il 68% degli alunni si è attestato su un livello soddisfacente in entrambe le discipline: in matematica, tuttavia, si registra una flessione  (aumenta il numero degli alunni con un livello non adeguato).

   

                                                                                                      

Risultati prove di verifica per classi parallele secondaria

Un’analisi comparativa dei risultati delle tre classi consente di rilevare come in italiano ci sia una continità nella positività degli esiti; per la matematica, invece, il livello degli alunni tende ad abbassarsi progressivamente.

 

Classi prime

 

Classi seconde

 

Classi terze

 

RITORNA ALL'INDICE


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti

Contatore Visite