Analisi swot area continuità e orientamento

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

11.4  Analisi swot area continuità e orientamento

 

Punti di forza

Punti di debolezza

Interni

  1. Pluralità di azioni messe in campo nel progetto accoglienza.
  2. Scambi di esperienze, visite, incontri tra i docenti dei due ordini di scuola in affiancamento.
  3. Momenti di progettazione condivisi relativi all’accoglienza degli alunni.
  4. Strutturazione di prove comuni organizzate sui traguardi di competenza attesi per l’ingresso alla scuola secondaria in italiano, matematica ed inglese.
  5. Calendarizzazione di incontri tra i docenti dei due ordini diversi di scuola finalizzati alla formazione delle classi.
  6. Uscite didattiche delle classi quinte con alunni e docenti della scuola secondaria.
  7. Vasta gamma di progetti di laboratori aperti (francese, teatro, musica, lettura espressiva, scienze).
  8. Partecipazione corale ad alcuni progetti esterni condivisi.
  9. Diverse opportunità di Open day per gli alunni in uscita dalla scuola elementare, nei mesi di Dicembre, Gennaio e Febbraio, per illustrare l’offerta formativa.
  10. Ampia gamma di azioni messe in campo per orientare gli allievi in senso lato.
  11. Coinvolgimento del Consiglio di classe per stilare il giudizio Orientativo degli allievi in uscita.
  12. Lungo e partecipato Open dayper le classi uscenti della scuola secondaria di I grado, nel corso del quale i tanti docenti presenti degli istituti superiori presentano agli alunni e alle rispettive famiglie programmi, obiettivi e sbocchi professionali della scuola di appartenenza.
  13. Coinvolgimento delle famiglie nelle attività proposte dall’offerta formativa.
  14. Incremento del rapporto scuola-extrascuola.
  1. La scuola dell’infanzia non fa parte dell’Istituto Comprensivo.
  2. Difficile trasmissione dei dati dall’infanzia alla Primaria.
  3. Interazione non sempre facile tra scuola d’infanzia e scuola primaria per l’organizzazione e la calendarizzazione delle attività di raccordo e di gemellaggio.
  4. Discontinuità delle attività di orientamento in entrata.
  5. Rigide posizioni dei docenti legate alle proprie singole prerogative, che fungono da ostacolo alla efficacia piena delle azioni di continuità messe in campo.
  6. Poca innovazione nelle metodologie e nelle forme di gestione delle classi.
  7. Mancanza di attività di continuità con le scuole secondarie di II grado.
  8. Mancato monitoraggio dell’andamento degli alunni negli istituti superiori.
  9. Carenza di un’analisi sistematica dei punti di forza e di debolezza interni inerenti quest’ambito.
  10. Eccessiva dispersione sul territorio degli insediamenti scolastici con conseguente diminuzione delle iscrizioni, sia nella scuola primaria che secondaria.
  11. Aggregazioni casuali o “opportunistiche (che non assicurano continuità di frequenza degli allievi dai 3 ai 14 anni).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Opportunità

Rischi

Esterni

  1. Promozione e/o partecipazione condivisa a progetti on line.
  2. Partecipazione al progetto Magellano junior, dal cui questionario articolato e completo emerge un lungo profilo inerente interessi e attitudini.
  3. Eventuali collaborazioni con soggetti esterni per le attività di orientamento.
  4. Promozione della partecipazione a  mini-stage potenzialmente organizzati dalle scuole superiori.
  5. Visibilità dei legami con gli enti locali.
  6. Propensione della scuola a realizzare esperienze di rete.
  7. Possibilità per la scuola di svolgere la funzione di sviluppo locale.
  1. Prevalenza di stereotipi (per esempio l’identificazione della materna come scuola della socializzazione, dell’elementare come scuola del fare e della media come scuola delle discipline).
  2. Mancanza di disponibilità da parte dei docenti referenti delle scuole secondarie di II grado a compilare la scheda da redigere per seguire l’andamento didattico dei nostri allievi.
  3. Mancanza di finanziamenti della Regione per il progetto Magellano Junior.
  4. Competitività e attrattività di altre istituzioni scolastiche.

 

 

 

 

RITORNA ALL'INDICE


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti

Contatore Visite